“La conservazione è la mission principale dell’Ente Riserve. Un’attività complessa ed articolata, resa nello specifico difficile dal non trascurabile grado di antropizzazione dell’area protetta. La via d’uscita sta nel coinvolgimento e nella condivisione di chi e con chi vive ed agisce sul territorio: la tutela dell’ambiente
nasce da una sintesi alta delle esigenze di carattere generale, universali di cui è portatrice l’Ente Riserve e delle istanze dei residenti.

Una sintesi da cercare giorno per giorno attraverso una dialettica tra posizioni oggettivamente differenti, obbligate però ad intendersi non perché lo dice una legge, ma perché il degrado dell’ecosistema procede veloce. Basti pensare all’inquinamento del mare, all’arretramento della linea di costa, al depauperamento delle risorse idriche. E il degrado colpisce anche le attività e la salute umane, non solo gli uccelli, i pesci o le piante.

In questo contesto, giudico preziosa l’interlocuzione con chi da volontario o da studioso agisce sul campo, con il binocolo o la macchina fotografica a tracolla, il taccuino per gli appunti in mano, e grazie alla conoscenza dei luoghi in tal modo maturata è portatore di un parere, di una iniziativa, di un chiarimento.
L’Ente Riserve chiede questo apporto, lo desidera.

Ho organizzato questo incontro per avviare una collaborazione, spero duratura e proficua, che tornerà utile ai fini della realizzazione di iniziative fino ad ora magari anche pensate e mai attuate per mancanza di mezzi. L’Ente Riserve si farà carico dei suggerimenti che raccoglierà e farà di tutto per concretizzarli.”

Queste le parole con cui il presidente dell’Ente Riserve Naturali, Antonio Briscione, ha chiamato a raccolta volontari e attivisti per il “primo incontro con il mondo del volontariato impegnato nelle attività di studio, tutela e conservazione della biodiversità”.
Un incontro, ospitato – sabato scordo – dal centro visite dell’Oasi WWF di Persano, che conferma e rafforza il percorso che l’Ente sta conducendo di apertura verso le comunità locali e di totale collaborazione con cittadini e associazioni che lavorano e si impegnano per la difesa del territorio.

 

Foto-collage