Grazie al forte e deciso impulso del Presidente Fabio Guerriero, dopo cinque anni, riapre la sede operativa del Parco Regionale dei Monti Picentini ad Acerno. Riapre ospitando il convegno sul monitoraggio e la gestione della biodiversità zootecnica, organizzato con il contributo del Centro MoGAE.

Il cane e il lupo nell’agroecosistema della Campania: prevenzione dei danni e conservazione della biodiversità zootecnica”. Questo il titolo dell’incontro organizzato ieri dal Presidente Guerriero, a cui hanno preso parte, tra gli altri, il Consigliere del presidente della Regione Campania per i temi attinenti all’agricoltura, alle foreste, alla caccia e alla pesca, Franco Alfieri, il Presidente dell’Ente Riserve Naturali Foce Sele – Tanagro e Monti Eremita Marzano, Antonio Briscione, l’Avv. Giovanni Grasso, i docenti del Dipartimento di medicina veterinaria e produzioni animali dell’Università “Federico II” di Napoli, Vincenzo Peretti e Orlando Paciello, e il Direttore del Centro Regionale per l’igiene urbana veterinaria (CRIUV), Vincenzo Caputo.
Al centro del dibattito, la necessità di sviluppare modelli operativi di gestione delle specie animali, seguendo l’esempio dell’esperienza maturata dal CRIUV nel controllo del randagismo a Napoli, la gestione dei danni denunciati dai produttori locali provocati dalla fauna selvatica e il ruolo strategico delle aree naturali protette nel rilancio delle Aree interne.

Le aree naturali protette, finalmente, sono sempre più percepite come occasione di sviluppo da strutturare e da cogliere. La sensibilità generale verso i temi ambientali si è accresciuta notevolmente. È indispensabile ripartire dal rapporto con i territori e lavorare tutti assieme – aziende, associazioni, Enti locali – su progetti e modelli di gestione che possano determinare un reale valore aggiunto e offrire opportunità di crescita a chi abita i territori stessi. Strettissima, a tale scopo, è anche la collaborazione instaurata tra noi Presidenti di Parchi e Riserve naturali. Lavorare assieme per lavorare meglio.” Così il Presidente Guerriero sintetizza l’indirizzo che intende dare al suo mandato.

A chiusura dell’incontro, i presidenti Fabio Guerriero e Antonio Briscione, che sempre più rinsaldano la loro volontà di costruire un percorso condiviso di proficua collaborazione, hanno firmato due importanti accordi.

Il primo accordo è un protocollo di intesa tra il Parco dei Monti Picentini, l’Ente Riserve Naturali Foce Sele Tanagro e Monti Eremita Marzano e il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, finalizzato alla tutela della biodiversità, dell’agro-ecosistema e delle specie in via di estinzione, alla valorizzazione delle produzioni locali e all’incentivazione della ricerca scientifica.

Il secondo è un accordo quadro tra le due aree naturali protette e il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania, che prevede anche l’apertura di un centro di addestramento per estendere sempre più la qualificata e preziosa azione di intervento nelle fasi di emergenza e di soccorso.